23/10/18 03:45
Arcidiocesi
Curia Arcivescovile
Organi Consultivi
Uffici Pastorali
I.D.S.C.
Altri Enti e Organismi
Vicarie
Parrocchie e Chiese
Orario Sante Messe
Sacerdoti e Diaconi
Comunità religiose
Associazioni laiche
IRC - Istituti scolastici
Stampa diocesana
Agenda pastorale
logo_ nuovo_ amico

logo 

Vai al servizio di News SIR

Cerca nel sito

San Pietro in Rosis in Ginestreto
Via della libertà, 2
61122 Ginestreto di Pesaro

Titolo San Pietro Apostolo san_pietro_rosis
Vicaria S. Michele Arcangelo
Abitanti 1500
Erezione "ab immemorabili"
Festa del Titolare 1a Domenica di Agosto
Amministrat. Sac. Andrea Marescotti

 

La prima sede  parrocchiale fu la pieve vecchia, che gli studiosi di storia locale fanno risalire al VII-VIII secolo, attenendosi a quel "sarcofago o lavacro" trovato in quel sito, offerto in dono il 6 dicembre 1775 al Vescovo Diocesano, collocato nell'atrio del palazzo vescovile e, dal 2002, nel Museo Diocesano. Dalle Rationes Decimarum del 1290-92 e dalla Visita apostolica del 1574, in cui compare come "Parochia Sancti Petri extra moenia Genestreti, plebs nuncupata", si deduce che fu la chiesa principale del "plebanato locale" e "matrice" di tutti i luoghi di culto eretti nel territorio parrocchiale. In essa vi era un solo altare sotto l'invocazione di San Pietro Apostolo. La chiesa parrocchiale attuale, sita all'interno del castello, risale certamente alla fine del secolo XIV, come ci assicura l'iscrizione che ancora si conserva nella campana, che così recita: "Anno 1384 Henricus me fecit". Nell'anno 1565, l'arciprete Lodovico Schirpi trasferì la sede parrocchiale nella chiesa sita entro il castello sopra le mura dalla parte di settentrione, vicino alla casa del Signor Lancellotto Corsini, intitolandola "Santa Maria Nuova e San Pietro Apostolo", come appare dal quadro posto all'altare maggiore e dalla "lapide" situata alla destra di detto altare. Non si ha memoria che la "pieve vecchia" sia stata consacrata, come non v'è notizia che lo sia stata la nuova parrocchiale sita nel castello. La parrocchia di Ginestreto fu matrice della zona, tanto che anche la "chiesa priorale" di S. Angelo in Lizzola, prima che fosse eretta a "Collegiata", dipendeva dalla pieve di Ginestreto. Sotto l'altare maggiore dell'attuale pieve è composto il corpo di S. Lattanzio, risistemato dopo la visita pastorale di Mons. Bonaiuti.

Altre Chiese

Chiesa di Sant'Antonio al Borgo

Chiesa di San Paolino ai Molini Betti
Santa Messa festiva ore. 9.30

Pieve di San Pietro al Cimitero