14/12/17 01:24
Arcidiocesi
Curia Arcivescovile
Organi Consultivi
Uffici Pastorali
I.D.S.C.
Altri Enti e Organismi
Vicarie
Parrocchie e Chiese
Orario Sante Messe
Sacerdoti e Diaconi
Comunità religiose
Associazioni laiche
IRC - Istituti scolastici
Stampa diocesana
Agenda pastorale
logo_ nuovo_ amico

logo 

Vai al servizio di News SIR

Cerca nel sito

Museo Diocesano

Info Museo Diocesano

Direttore: Dott. Filippo Alessandroni

Cenni storici

Il Museo è stato inaugurato il 20 settembre 2006,  grazie all’interessamento dei Vescovi di Pesaro (mons. Michetti, mons. Bagnasco e mons. Coccia), all’impegno dell’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi e ai contributi finanziari della C.E.I. e della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.L’iniziativa è nata all’interno di un progetto volto a fare del settecentesco Palazzo Lazzarini un polo culturale significativo sia per la Diocesi che per la città, capace di testimoniare come la cultura sia sempre stata  dimensione essenziale, non accessoria della fede.

Esterno
Il museo occupa gli splendidi sotterranei del settecentesco Palazzo Lazzarini, eretto di fronte alla cattedrale come Seminario dall’architetto pesarese Giannandrea Lazzarini (1710-1801) e dall’architetto camerinese Giovanni Antinori (1734-1792). Il Palazzo, dalla denominazione impropria perché ricorda il nome del costruttore come se ne fosse stato il proprietario, fu inaugurato nel 1788 e ristrutturato tra il 1905 e il 1930. 

click Interno
Il Museo Diocesano, contenente alcuni reperti veramente rari e preziosi, tramanda la memoria e la bellezza della chiesa pesarese nei secoli. I reperti, costituiti da oggetti di culto, di pietà, di catechesi della comunità cristiana locale, acquistano un valore universale in forza del loro contenuto culturale ed estetico.
Il percorso museale si articola in nove sale suddivise in una Sezione Archeologia (tre sale) ed una Sezione Storico-Artistica (sei sale).
Al piano interrato è collocata la sezione Archeologica: la Sala del sarcofago di San Decenzio, la Sala dei mosaici e la Sala dei reperti archeologici.
Al piano terra il percorso prosegue con la Sezione Storico-Artistica: la Sala dell’Eucarestia, la Sala della Confraternita del SS. Sacramento, la sala del Lazzarini e del ‘700 pesarese, la Sala dei Tessuti, la Sala della Scultura lignea e, infine, la Sala degli Argenti.

click informazioni