INVITO ALLA CAMMINATA DELL’AMICIZIA A BORGO SANTA MARIA 3 OTTOBRE 2021 ore 15.00

Invito alla “Camminata dell’Amicizia”

domenica 3 ottobre 2021 ore 15.00
a Borgo Santa Maria

 

Anche quest’anno concluderemo il tempo del creato (1° settembre – 4 ottobre) con la 5° edizione diocesana della “camminata dell’amicizia”, camminata ecumenica ed interreligiosa organizzata dagli uffici pastorali dell’Arcidiocesi di Pesaro (ecumenismo, lavoro, caritas e migrantes) e animata dal Circolo Laudato Sì Colli & Castelli Pesaro e dagli Scout Agesci. Parteciperanno rappresentanti delle altre confessioni cristiane (anglicani e ortodossi) e delle altre religioni (mussulmani e buddisti) presenti nel territorio.

Il tema scelto per quest’anno dal Comitato direttivo mondiale ecumenico del Tempo del Creato è:
“Una casa per tutti? Rinnovare l’oikos di Dio”

Il simbolo che è stato scelto è la Tenda di Abramo, che ci ricorda:

  • che il Creatore ha dato all’uomo una vocazione speciale a custodire e a prendersi cura della sua casa, perché la terra è del Signore, così come tutto ciò che è in essa;
  • che siamo tutti pellegrini in questo mondo e che, come diceva Baden Powell, dovremmo lasciarlo migliore di come ci è stato consegnato;
  • che la tenda è aperta su tutti i lati perchè accoglie, è uno spazio di dialogo ed Abramo è il patriarca comune delle 3 grandi religioni monoteistiche;
  • e’ simbolo di essenzialità, leggerezza, mobilità, dà spazio e rende protagoniste le nuove generazioni;
  • infine, a noi cristiani ricorda il mistero dell’incarnazione, dal momento che in Gesù di Nazareth il Signore ha posto la sua tenda in mezzo a noi.

Il senso di urgenza e di gravità della crisi che stiamo attraversando si può cogliere anche nel messaggio congiunto per la cura del creato sottoscritto nei giorni scorsi dal Patriarca Ecumenico Bartolomeo, da Papa Francesco e dall’Arcivescovo di Canterbury Justin:

“Questa è la prima volta che noi tre ci sentiamo costretti ad affrontare insieme l’urgenza della sostenibilità ambientale, il suo impatto sulla povertà persistente e l’importanza della cooperazione mondiale. Insieme, a nome delle nostre comunità, facciamo appello al cuore e alla mente di ogni cristiano, di ogni credente e di ogni persona di buona volontà. Preghiamo per i nostri leader che si riuniranno a Glasgow per decidere il futuro del nostro pianeta e dei suoi abitanti. Ancora una volta ricordiamo la Scrittura: «Scegli dunque la vita, perché viva tu e la tua discendenza» (Dt 30, 19). Scegliere la vita significa fare sacrifici ed esercitare autocontrollo.”

Ricordiamo che nei prossimi mesi ci saranno due importanti vertici dell’Onu: la Conferenza delle Nazioni Unite sulla Biodiversità (Cop15), in programma dall’11 al 24 ottobre in Cina e quella sui Cambiamenti Climatici (Cop26), a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre.

Inoltre, dal 21 al 24 ottobre 2021 si terrà a Taranto la 49° Settimana sociale dei cattolici italiani dal titolo: “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro, tutto è connesso”.

Invitiamo tutte le persone che hanno a cuore il futuro del pianeta a pregare, sensibilizzarsi, impegnarsi in iniziative concrete per avviare quel cambiamento di stile di vita che la conversione ecologica richiede.

 

        Paolo Barbadoro                                                                                      Gianluigi Storti

Direttore dell’Ufficio diocesano                                                                 Direttore dell’ufficio diocesano

per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso                            per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia e la pace