Parrocchia Corpus Domini in Padiglione – Pesaro

Via Berlinguer, 25 – 61010 Padiglione di Tavullia (PU)
Telefono: 0721 479049 – Fax: 0721 499606
E-mail: g.leone@libero.it

Eretta: 15.08.1973
Festa del titolare: Domenica successiva alla SS. Trinità
Persone n.: 1800
Parroco: Sac. Giuseppe Leone

orari-messe

Festivo della vigiliaFestivoFeriale
11.1519.00 (martedì) e 20.30 (giovedì)

Chiesa parrocchiale Corpus Domini in Padiglione - Pesaro

Fu eretta con bolla del Vescovo Mons. Luigi Gaetano Michetti del 15.08.1973, da aver vigore il giorno in cui sarebbe stato accordato il riconoscimento civile, pervenuto con decreto del Presidente della Repubblica in data 30 marzo 1976, ma la casa-chiesa attuale, costruita con il contributo dello Stato in base alla legge Aldisio 1952 e successiva Legge del 18 aprile 1962, fu aperta al culto il 19 marzo 1978. Essa, intitolata inizialmente a S. Tarcisio, venne poi dedicata al Corpus Domini. Fu eretta con territorio stralciato dalla parrocchia di Belvedere Fogliense nella località Padiglione. La dote beneficiaria fu costituita con titoli di Stato. Al fine di acquisire alla nuova parrocchia le aree necessarie per gli edifici parrocchiali, furono stralciati terreni dal beneficio parrocchiale di Belvedere Fogliense. L’edificio sacro fu costruito su tre piani – il mediano come chiesa e gli altri per le attività parrocchiali – in vista della erezione di una nuova chiesa più ampia, allor quando le esigenze di culto l’avessero richiesta.
Le esigenze di culto ormai richiedevano una nuova sede, poiché quella attuale sorta da oltre 40 anni come “provvisoria”, risultava insufficiente ad accogliere tutti i fedeli nelle solennità festive ed era rimasta “inaccessibile” ai disabili. Finalmente il 27 ottobre 2014, la comunità parrocchiale, costituita da persone di ogni età, in particolare da tanti fanciulli, radunata nel piazzale scelto per l’edificazione della chiesa e della canonica, ha potuto assistere alla posa della prima pietra effettuata dall’Arcivescovo Piero Coccia alla presenza del Parroco don Michele Simoncelli, delle autorità civili comunali e provinciali; erano inoltre presenti rappresentanti della Curia, diversi sacerdoti, autorità militari, associazioni, ingegneri e architetti progettisti e, ovviamente, il titolare dell’impresa Icor Dorica di Piobbico che si è accollata l’onere di eseguire i lavori. Sono state benedette quattro pietre provenienti dai quattro rioni dell’unità pastorale (Belvedere Fogliense, Case Bernardi, Padiglione e Rio Salso) ed una quinta ricevuta in dono dalla Chiesa luterana della Pace di Orus in Danimarca, come segno di unità con tutti i cristiani nel mondo. L’Arcivescovo ha lasciato in tutti una bella speranza e tanto entusiasmo per una prossima festa di inaugurazione del nuovo edificio. Già quattro Parroci hanno curato questa Parrocchia: don Roberto Sarti (dal 1980 al 1983); don Giorgio Paolini fino al 1991 , cui seguì dal 01.05.1991 don Stefano Brizi fino al 2000, anno in cui l’Arcivescovo Mons. Angelo Bagnasco vi insediò don Michele Simoncelli. E’ doveroso ricordare, infine, che la Parrocchia, benché molto giovane, annovera tra i suoi fedeli ormai tornati alla Casa del Signore una “meteora”, cioè una bimba di nome Sara Matteucci (06.05.1978 – 27.01.1986) che ha lasciato a noi una luce particolare: ella, colpita fin da piccola dal tumore di Wilms, morì all’età di meno di otto anni, in concetto di santità per aver sopportato con fede e amore per Cristo il calvario della croce e per aver mostrato un amore appassionato a Gesù sacramentato.