Parrocchia San Michele Arcangelo in Fanano di Gradara – Pesaro

Via Fanano, 58 – 61012 Gradara (PU)
Abitazione Parroci: Via Mercato, 20 – 61012 Gradara (PU)
Tel.: 0541 964535
E-mail: reggiani.leonardo@gmail.com

Eretta: ab immemorabili
Festa del titolare: 29 Settembre
Persone n.: 1600
Parroco: Sac. Leonardo Reggiani
Aiuto pastorale: Sac. Nicolas Rasolo

orari messe

Festivo della vigiliaFestivoFeriale
17.0011.00 (Fanano basso)
Chiesa parrocchiale San Michele Arcangelo in Fanano di Gradara - Pesaro

Parrocchia ab immemorabili

Fanano era un antico castello feudale citato in molti documenti: uno di questi risale al 1149; un altro, trovato negli atti conservati nell’Archivio Arcivescovile di Ravenna del 1182, afferma che era posseduto da “Albarara mater e Giutta filia”, le quali ne cedettero parte all’Arcivescovo Gerardo di quella città. Dalle Rationes Decimarum del 1290-92 risulta che in Fanano esisteva, oltre la parrocchia di S. Michele Arcangelo per la quale il Parroco don Ugolino pagò 1 soldo, anche una chiesa dedicata a S. Giorgio per la quale don Andrea, Rettore della chiesa “s. Georgii de Fagnano”, pagò 31 soldi (cfr. P. Sella, Rationes Decimarum, fogli 136 e 146). In seguito, è menzionato in un documento del 1356 assieme ad altri castelli della zona (cfr.: A. Olivieri, Memorie di Gradara, terra del contado di Pesaro, Gavelli, Pesaro, 1775, pp. 17, 15 e 114 – Doc. Arch. Arciv. Raven.); nella Visita Apostolica del 1574 si riscontra che il Visitatore Apostolico Mons. Girolamo Ragazzoni ingiunge al Parroco don Antonio De Amatis di tenere il Santissimo Sacramento secondo le prescrizioni volute dalla Chiesa (cfr. Girolamo Allegretti in Frammenti n. 2, 1997, p. 96). La Visita Pastorale del Vescovo De Simone (1776-77) dichiara che non si sa né da chi, né quando sia stata fondata, che non è stata consacrata e non ha sotto di sé chiese filiali, ma tramanda che, nell’anno 1728, la chiesa parrocchiale fu riedificata dalle fondamenta a spese della Venerabile Confraternita del SS.mo Sacramento senza obbligo di mantenerla ed in quella circostanza fu rifatto il campanile nella cui campana si legge Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat, e di seguito: fecit senza distinguere il nome di chi l’ha fatta o fatta fare. (cfr. Visita Pastorale del Card. De Simone, a cura di Guido Allegretti, Editrice Stafoggia, Pesaro 2007, pp. 343-245). Venendo ai tempi recenti, ricordiamo che qui passò e pernottò Gioacchino Murat, come indica una lapide nella casa del Rettore. La chiesa parrocchiale è appena al di fuori dell’antica cinta murata, nel territorio comunale di Gradara. A fine ‘800 risultava nel suo territorio una chiesa intitolata a S. Maria di Fanano o della Natività appartenente al Comune. Il beneficio parrocchiale, fino agli anni ’60 del XX secolo, assicurava una buona rendita. Ab immemorabili la Parrocchia fu curata regolarmente e assiduamente da propri parroci. Dal 1998 la Parrocchia di S. Michele in Fanano è entrata a far parte dell’Unità Pastorale di Gradara, costituita da quattro parrocchie, guidata dai Parroci Don Alceo Caselli e don Germano Montesi, l’uno Moderatore e l’altro in solido e poi, dal 2002, viceversa. La situazione è rimasta tale fino al 26.12.2014, giorno della morte di don Alceo Caselli. Ora l’Unità Pastorale di Gradara è retta da don Leonardo Reggiani.