Francescani Minori – Arcidiocesi di Pesaro

c/o Chiesa di San Giovanni Battista
Via Passeri, 98 – 61121 Pesaro
Tel.: 0721 31473
E-mail: aldomarinelliofm@gmail.com

Francescani Minori - Arcidiocesi di Pesaro

Componenti la comunità: 3

Padre Aldo Marinelli – Superiore. Vicario Episcopale per la Vita Consacrata. Membro del Consiglio Presbiterale e Pastorale Diocesano. Direttore Ufficio Pastorale Sanitaria e Cappellano Ospedale “S. Salvatore”
Padre Giuseppe Guiducci – Assistente Gruppo Rinnovamento nello Spirito Santo “Eccomi”
Padre Lorenzo Bufarini – Cappellano Ospedale “S. Salvatore”.

Cenni storici:

La prima dimora dei Frati Minori a Pesaro si perde tra la fine del sec. XIII e i primi del XIV; tuttavia una data certa fa luce sulla loro presenza: nel 1438, per ordine del Vescovo, erano direttori spirituali delle Clarisse al monastero del Corpus Domini. Abitavano, in quel tempo, presso il Viridarium, fuori Porta Collina, nella chiesetta di S. Giovanni Battista, dove operarono fino al 1463. La fama di S. Bernardino da Siena e di S. Giacomo della Marca investì anche Pesaro e i Signori Sforza e Della Rovere. Nell’anno 1466, l’architetto Laurana progettò e fece costruire il nuovo S. Giovanni presso la torre del ponte sul fiume Foglia (Porta Rimini) e, nel 1499, la chiesa venne consacrata. Sui primi del sec. XVI Pesaro passò sotto il dominio dei Della Rovere; la loro Signoria prese in considerazione la comunità dei Frati Minori e, dovendo rinforzare le mura della città, fu costretta a far demolire il S. Giovanni del Laurana nel 1536. Pertanto l’autorità ecclesiastica e il Consiglio Comunale, insieme al popolo, decisero l’erezione del convento e della chiesa monumentale di S. Giovanni, su disegno di Girolamo Genga, architetto urbinate. Nel 1543 iniziò la costruzione della fabbrica veramente monumentale. La presenza dei Frati Minori prese quota e stima grazie alla scuola di teologia, al culto del tempio, alla preghiera e penitenza, che fecero e fanno del Convento un centro continuato di cultura. Con l’unità d’Italia la comunità religiosa dei Minori fu sciolta e furono indemaniati chiesa e convento che divenne distretto militare; ma dopo la prima guerra mondiale il Comune, pur restandone proprietario, restituì la chiesa ai Religiosi che la riaprirono al culto. Oggi la fraternità dei Frati Minori opera in molteplici attività: sono assistenti di una fraternità dell’ O.F.S.; del gruppo “Eccomi” del Movimento RnS; del gruppo Scout Pesaro l°; di un gruppo di Associazione Cattolica Operatori Sanitari. Sono inoltre Direttori dell’Associazione “Centro Iniziative Culturali S. Giovanni Battista”. Più specificatamente essi operano, per mandato del Vescovo diocesano, nell’ospedale S. Salvatore di Pesaro, per la pastorale della salute tra gli ammalati. Infine ricordiamo la bella figura di fra’ Arduino Priori (1915-1987), per oltre quarant’anni questuante del convento, il quale fu molto noto in tutta la città di Pesaro e venne ben illustrato dalla pubblicazione di Gabriella Cambrini Sanchini “Ho consumato i miei sandali per le vie di Pesaro” del 2009.