Messaggio dell’Arcivescovo per la “Festa del Voto”

MESSAGGIO DI S. E. MONS. PIERO COCCIA ALLA CITTA’ E ALL’ARCIDIOCESI
IN OCCASIONE DELLA “FESTA DEL VOTO” 2020

 

“Tutte le generazioni mi chiameranno beata”: la profezia del Magnificat si è avverata e la nostra Chiesa locale, con la tradizionale celebrazione della Festa del Voto alla Beata Vergine delle Grazie, può offrire il suo contributo di testimonianza.

Maria è beata, perché ci offre un esempio fulgido di fede profonda e matura.

Ed è alla Sua scuola che vogliamo metterci in questo tempo così particolare.

Il Suo silenzio e le Sue parole nei Vangeli ispirino i nostri silenzi e le nostre parole.

Il suo dolore lungo la Via Crucis, sotto il Crocifisso e nella deposizione accompagnino il nostro dolore per la malattia e la morte di tante persone a noi care.

La tomba vuota da Lei contemplata e le apparizioni del Risorto sostengano la nostra fede e la nostra speranza nel presente e nel futuro.

Alla Madonna delle Grazie, alla cui intercessione materna già in passato, in diversi tragici momenti della vita della città, si è affidata l’intera popolazione pesarese, voglio consegnare oggi la nostra comunità ecclesiale e civile, invitando tutti a rivolgersi al nostro caro Santuario mariano, dove da secoli l’immagine della Vergine viene affettuosamente venerata ed onorata sotto la custodia fedelissima e premurosa dei Servi di Maria, che ringrazio sentitamente.

Con la mia paterna benedizione.

+ Piero Coccia
Arcivescovo